F I D U C I A

In tempo di crisi, come quella che  stiamo ormai attraversando da qualche anno, la fiducia deve diventare fondamentale.

Sì, lo so, siamo tutti demotivati e scoraggiati, ma senza fiducia negli altri e nel futuro, nessuna società può rimettersi in marcia, trasformarsi, crescere.

Non solo da un punto di vista economico.

Anche e soprattutto da un punto di vista umano, esistenziale, affettivo.

Come si fa ad andare avanti se non ci si fida più di nessuno?

Peccato che, per parlare di nuovo di fiducia, si debba prima riscoprire il valore dell’affidabilità e questo è un tasto dolente.

Però dobbiamo riconoscere che  non avviene solo per il particolare momento che stiamo attraversando, ma perché ogni volta che si parla di fiducia, inevitabilmente il pensiero va alle persone che più amiamo, siano essi , famigliari o amici.

La fiducia ci rende spesso vulnerabili perché sono proprio le persone  in cui crediamo che ci possono tradire. Tutti gli altri possono, al massimo, deluderci. Ma non ferirci profondamente come quelli in cui crediamo.

Credo che l’importante sia non confondere la fiducia con la fede.

Come nel caso della conoscenza, nell’universo della fiducia si dovrebbe avanzare con precauzione.

Ma è assurdo anche non fidarsi mai, perché la vita sarebbe “un inferno” e nessuna relazione autentica ci darebbe gioia.

Annunci

Informazioni su lauraluna

Non so ancora bene cosa voglio da questa vita, so che la vorrei diversa.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

29 risposte a F I D U C I A

  1. vincenza63 ha detto:

    E soprattutto nessuna relazione sarebbe autentica.

  2. loredana ha detto:

    Purtroppo accade che talune persone cui avevamo accordato fiducia non la meritino proprio. :-.(

  3. sherazade ha detto:

    Bisognerebbe essere disponibili a tutti e accordare la propria fiducia con molta oculatezza!
    Purtroppo oggi come oggi si fa tutto un po’ tutto in modo superficiale !
    Il marketing funziona così sulla prima impressione.
    Sherabbracciaoooo

    • lauraluna ha detto:

      Ogni volta che si parla di fiducia, si parla, a mio avviso, anche di scommessa, Infatti avere fiducia in qualcuno, significa accettare di “saltare nel buio”, perché nessuno può mai essere sicuro che la fiducia accordata sarà sempre e solo onorata.
      Abbraccio fiducioso ed affettuoso.

      • sherazade ha detto:

        A mip avviso e scusa se insisto la fiducia non può essere una scommessa ma qualcosa che si dà a ragion veduta poi può anche succedere che si è mal riposta per un nostro errore di valutazione ma questo vale per tutto persino in amore.
        Sherabbracciosincero

      • lauraluna ha detto:

        Se non vogliamo parlare di scommessa che può sembrare riduttivo e “sfiduciato “ ( per restare in argomento ) possiamo usare le parole : scelta, investimento.
        Ma quale importanza ha la fiducia nei rapporti sociali? La fiducia fa in modo che molte azioni quotidiane siano compiute senza stati di ansia, solo facendo uso della fiducia possiamo fare affidamento su alcune certezze. Possiamo dire che non ci sarebbero nuove scoperte o sfide se non potessimo appoggiarci su qualcosa di sicuro. Per meritare la fiducia non basta adempire agli obblighi esteriori, presentarsi puntuali agli appuntamenti, rispettare gli impegni , tutto ciò conferisce un’ impeccabile coerenza , la fiducia, quella vera richiede autenticità e congruenza tra i sentimenti manifestati e quelli effettivamente provati.
        Un abbraccio caloroso, ma non troppo, visto il caldo. 😉

      • sherazade ha detto:

        Fa molto caldo ma io soffro perché mi fa soffrire ancora più il freddo.
        Continuiamo a non capirci ma non capisco soprattutto e magari con calma se vuoi mi fai alcuni esempi come sia utile la fiducia su quelle che tu gia chiami certezze. E ancora quali sono queste molte azioni quotidiane sulle quali si basa la fiducia se a priori escludi che questa possa essere determinata da comportamenti corretti?
        Ohi ohi non me ne volere…
        Sheralteafreddo

      • lauraluna ha detto:

        Probabilmente mi sono espressa in modo confuso, intendo dire che se diamo fiducia alle altre persone e ci relazioniamo con autenticità , sarà più probabile che agiscano tenendo conto dei nostri bisogni. E’ questo che intendo per certezze. Per quello che riguarda le azioni quotidiane mi sembra di averne parlato e l’aspettativa positiva, per essere utile, deve però essere flessibile, ovvero dobbiamo essere in grado di modificarla a seconda delle persone che abbiamo davanti, altrimenti rischiamo di diventare ingenui!
        L’argomento rischia comunque di diventare troppo contorto, non è facile , spesso, farci comprendere.
        Dai , per questa volta mi sono impegnata a risolvere i tuoi dubbi, ma non ci fare l’abitudine.
        Ovviamente sto scherzando. Tranquilla, fammi pure tutte le domande su ciò che suscita in te perplessità. Cercherò di spiegarmi meglio, ma può essere anche che non abbiamo le stesse opinioni. Capita. Per fortuna.

      • sherazade ha detto:

        Ecco uno di quei casi dove sarebbe bello è certamente più proficuo confrontarsi vis à vis.
        Sherabbraccicari

      • lauraluna ha detto:

        Verissimo.
        Ti ringrazio della pazienza e ti abbraccio.
        ‘Notte serena( per quanto ti sia possibile ) e una grattatina a Sally.

      • sherazade ha detto:

        Zzzzzxxx😊

  4. Eroedelsilenzio ha detto:

    Vero. Ed è importante il distinguo dovuto tra fiducia e qualcosa che possa assomigliarle. Fiducia significa lasciare che gli altri si avvicinino, aprendo loro la porta del nostro animo. Regaliamo un potere enorme, e dovremmo imparare a capire di chi fidarci, perché possa custodirlo.

  5. lauraluna ha detto:

    Credo che il tempo e le situazioni ci diano la possibilità di capire chi sa assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Si può veramente pensare che esista una relazione di “causa.effetto” tra l’affidabilità di una persona e la fiducia che si può avere in lei?
    Sono d’accordo con te quando parli di “regalo enorme” e c’è da sperare che chi lo riceve sappia custodirlo.
    Buona serata e grazie.

  6. newwhitebear ha detto:

    il guaio di fondo della fiducia nel nostro prossimo sta dentro di noi, che diventiamo sempre più asociali. Un tempo si creava empatia e legami con chi ci circondava, adesso siamo diventati egocentrici e tutto deve ruotare intorno a noi. Questo vale per noi come per gli altri. Conclusione nessuno si fida più degli altri.

    • lauraluna ha detto:

      In questo caso si tratta di sfiducia, ma prima o poi, nella vita, abbiamo bisogno di fidarci di qualcuno. Almeno credo.
      Grazie, ciao.

      • newwhitebear ha detto:

        Quello che dici è vero ma ritengo improbabile questa fiducia. Perché? Ci siamo talmente abituati a essere il centro dell’universo che non accettiamo di scendere dal nostro piedistallo.
        Parli di sfiducia? Direi che solo fiducia nelle nostre forze. Gli altri non contano. I rapporti diventano sempre più impersonali. Ci si mette insieme via whatsapp. Ci si lascia con lo stesso mezzo. Fatichiamo a parlare, guardandosi in faccia. In definitiva i nostri rapporti con gli altri diventano sempre più fragili e impersonali.

      • lauraluna ha detto:

        Ormai l’uso di Internet e dei vari social sta diventando per alcuni come una droga, ma noi stessi, a cominciare da me, continuiamo a farne uso. Non sto qui a elencare gli effetti positivi o negativi di questo uso smodato, ormai ognuno ne è a conoscenza.
        Parlo solo per me.
        Sono in rete per leggere, scrivere, discutere, il mio unico interesse va alla qualità non alla “quantità”; pertanto mi sono estranee classifiche, raccolta e quant’altro ruoti attorno ad una fittizia visibilità. Credo all’uso responsabile della rete, rifuggo da ogni polemica del portale, a meno che non mi trascinino per i capelli.
        Mi piace tenere sempre gli occhi bene aperti sul mondo e, per fortuna, ho amici e relazioni sociali al di fuori della rete. Avere più o meno fiducia nel prossimo era una prerogativa che possedevo anche prima di entrare in questo mondo. Forse è questione di carattere o di esperienze vissute. Ciao, a presto.

      • newwhitebear ha detto:

        hai preso le mie parole come se facessi di tutta un’erba un fascio. Certo che ci sono eccezioni, persone che hanno fiducia nel loro prossimo, relazioni concrete e non virtuali, ecc. Da come hai scritto ho dedotto che la fiducia non è un assioma ma qualcosa che va valutata volta per volta. Oppure ho sbagliato?
        Ciao

  7. Sarino ha detto:

    riflessione importante la tua che fa inevitabilmente riflettere!
    Di getto potrei dirti che la fiducia non è qualcosa di antropologicamente naturale, se pensiamo ai primordi del genere umano vediamo comunanza e socialità solo per un senso di sicurezza e di protezione reciproca (i primi insediamenti umani sono nati prevalentemente per questo scopo). Riunirsi è sempre stata una scelta quasi imposta dalla necessità, dalla paura dell’ignoto, dalla percezione che insieme si sarebbe potuto resistere meglio alle avversità (sia esse naturali che umane). Ma non credo per la “fiducia” di cui tu parli, intesa come sentimento, propensione a prescindere, darsi per uno scopo più alto, quasi mistico! Pian piano questa sorta di comunità, allargandosi ha conosciuto altro rispetto allo scopo originario : potere, ricchezza, brama, superiorità. Così quella sorta di “fiducia” reciproca si è trasformata in egoismo, astio, diffidenza.

  8. Sarino ha detto:

    attualmente, sebbene in linea di massima, concorde col tuo sentire la fiducia, non posso negare che è così difficile dare fiducia che a volte passa la voglia anche di provarci. Ma voglio ancora credere nell’uomo, nel senso più alto di questo termine. Voglio ancora pensare che solo sulla “vicinanza” di idee, di emozioni, di corrispondenza la vita possa dimostrarsi ancora una strada da percorrere insieme.
    Ciao

    • lauraluna ha detto:

      Capisco perfettamente di come le certezze vacillino e come sia facile alimentare domande profonde, cui è difficile rispondere.
      Siamo oppressi da un un diffuso senso di inquietudine, ma dobbiamo cercare di impossessarsi da un sentimento di sicurezza che deriva dal confidare senza riserve in qualcosa o in qualcuno..
      Buona serata.

  9. Uomo ha detto:

    In questo periodo certo non è facile parlare né provare fiducia nei confronti della gente o delle sorti del mondo che abitiamo e comunque sia desideriamo nutrirne invece perché senza quel tipo di fiducia non c’è neanche certa pianificazione lasciando tutto in balia degli eventi qualunque essi siano.
    Nei rapporti si, credo sia fondamentale la fiducia, lasciando uno spiraglio però al dubbio della verifica, quella cieca potrebbe nascondere delle sorprese. E poi ci vuole tempo. Quello per comprendere e per lasciarsi andare quando si può. I livelli su cui esistere in un rapporto sono molteplici e raggiungere quelli più alti prevede che si percorrano gli altri, prima.

    Ciao Laura

    Uomo

  10. lauraluna ha detto:

    Siamo nel pieno dell’età dell’incertezza, il nostro universo quotidiano, con i suoi ritmi consolidati, sta cambiando, mutamenti veloci, di flessibilità, di rischi…….. ma come giustamente scrivi tu dobbiamo far emergere le risorse e le competenze che abbiamo accumulato, se proviamo ad essere creativi e audaci. Se riusciamo a gestire l’inquietudine, allora si può parlare di fiducia. Senza dubbio non è facile.
    Per ciò che riguarda i rapporti, sono d’accordissimo con te.
    Grazie Uomo.

  11. E. ha detto:

    Il contatto umano senza fiducia penso non sia possibile. Sta poi alle parti in causa cercare di trattare con attenzione quella fiducia.

  12. lauraluna ha detto:

    Sono d’accordo, anzi d’accordissimo.
    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...