LA VERGOGNA

LA   VERGOGNA

Nessuno, o quasi, parla più di vergogna.

Eppure è un sentimento molto diffuso : ci si vergogna perché si è grassi, perché si è calvi, perché  si è poveri, perché  si è disoccupati…………

E il disagio che provoca è grande.

Si tende a tacere la vergogna perché si ritiene che sia ingombrante, perché ha a che fare con la sfera dell’intimità, con l’immagine di sé di fronte agli altri.

Sta sottotraccia, si mimetizza

Quando poi è sentita come insopportabile, viene camuffata in rabbia, odio, invidia o depressione.

Ma più viene nascosta, più si rinsalda, minando in profondità l’autostima.

Fa ripiegare su sé stessi.

Ecco perché è importante farla uscire dalla tana.

Infatti, spesso, quando la si porta allo scoperto, perde parte della propria intensità.

Riconoscerla, accettarla ,e poi liberarsene e dare spazio a alla trasformazione.

Dalla vergogna alla fierezza.

Annunci

Informazioni su lauraluna

Non so ancora bene cosa voglio da questa vita, so che la vorrei diversa.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

20 risposte a LA VERGOGNA

  1. 65luna ha detto:

    Giusto, concordo. Buona serata,65Luna

  2. Giovanna Foresio ha detto:

    Vero, sgretola l’autostima e si tramuta in rabbia. Ci vuole coraggio per farla uscire, ma sei grande nello scrivere e incoraggiare a farlo.
    Buon tutto Giò

  3. loredana ha detto:

    Poi c’è la vergogna per determinati tipi di pudore, che varia a seconda delle ere storiche o delle nazioni.
    Per una giapponese è indecoroso ridere mostrando la bocca. Per un’islamica non portare il velo. Nel Medioevo sarebbe stato disdicevole vestirsi come oggi vestono molte persone (minigonne, bikini, tanga).
    Questa è una vergogna che affonda le proprie radici nelle usanze e che è difficile estirpare quando si cambiano i costumi: mia nonna ad esempio che mi rimproverava per i pantaloncini corti anche quando ero bambina.
    Per il resto, ci vuole una massiccia dose di autostima, essere consapevoli delle proprie capacità, oltre che dei propri difetti, che dobbiamo cercare di migliorare o perlomeno di superare qualora si tratti di difetti o menomazioni fisiche. Purtroppo molta gente per denigrare chi sente moralmente superiore a sé, si attacca a queste meschinità, ed è in questo caso che bisogna maggiormente farsi forza e reagire.

  4. darionature ha detto:

    È proprio vero, magari è diminuito il pudore, ma sono aumentate altre forme di vergogna sociale

  5. sherazade ha detto:

    E per contro canto non ci si vergogna affatto della violenza e dell’arroganza di cui è impermeata la vita nel quotidiano quando si parcheggia sulle strisce pedonali quando si inveisce rivolti a un altro veicolo
    In sintesi quando ci intromettiamo senza vergogna nella vita degli altri

    • lauraluna ha detto:

      Esiste un altro tipo di vergogna e di questa dovremmo tutti vergognarci ( scusate la frase attorcigliata ) ed è quella degli atti umani : vergogna per la devastazione dei conflitti, i naufragi degli immigrati, le persecuzioni per il colore della pelle o l’appartenenza religiosa, per tutte le volte che vescovi, sacerdoti o consacrati hanno scandalizzato e ferito, per la corruzione di chi ci governa e di chi lucra sulla salute ………………………..
      Una serie infinita di atti che richiederebbe non uno ma cento post e che esula da quello che volevo esprimere riguardante soltanto una sfera della nostra personalità.

      I casi citati da te ed attualmente da te sono di persone SENZA VERGOGNA, e purtroppo sono numerosi. 😦
      ABBRACCIONE!

  6. sherazade ha detto:

    Ops partito il commento.

    Sheraconunabbraccio

  7. newwhitebear ha detto:

    spesso la vergogna trasforma aspetti normali in bugie che diventano pericolose derive mentali.

  8. lauraluna ha detto:

    Un aspetto della vergogna che non va sottovalutato.
    Grazie, buon fine settimana.

  9. darionature ha detto:

    Sempre ispiratissima! Partecipi al Liebster Award? Sei stata a tua volta nominata 😀 Info sul mio blog!

  10. lauraluna ha detto:

    Grazie del pensiero Dario, ma non partecipo mai ai giochi o ai vari concorsi, forse è un mio limite, ma non mi interessano.
    Scusa ma preferisco essere sincera.
    Buona giornata-

  11. vincenza63 ha detto:

    Percorso difficile ma fattibile… spero…

  12. lauraluna ha detto:

    Basta avere fiducia in noi stessi!
    Sembra facile dirai, eh, lo dico anch’io!
    ;-).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...