Il VENTO SERVE

appgrano5

A un certo punto arriva il vento.
Non è a una certa ora.
Non è un fatto atmosferico.
È come se si liberasse da un’enorme stanza
nella quale è contenuto
e cominciasse a volar via
e a dar sollievo alle persone e alle cose.
Ci vuole questo vento
per portare lontano le angustie
e il senso di chiuso
e di caldo che opprime.
Le tante parole campate per aria.
Le opinioni forzate.
Le urla. Gli strepiti.
Quanta cattiveria si dice e si scrive.
Sembra che il poter far sapere la propria
autorizzi chiunque ad affermare
qualunque cosa senza verifica
senza riscontro
senza approfondimento.
Opinioni basate sul nulla.
Soluzioni e pareri cresciuti
nell’ignoranza più assoluta.
Leggo ancora di chi confonde
attenzioni e buona volontà
come scelte di campo e di parte.
Di alcuni che considerano
lo spirito di servizio
e l’esercizio del dubbio
verso una causa o un problema
come una cieca adesione
a uno o all’altro dei pensieri correnti.
Di tanti che scambiano
l’umana pietà per buonismo.
La solidarietà e un’idea di soccorso
per un atteggiamento di comodo.
Di troppi che si sono fatti venir fuori
la zona più incarognita dell’animo.
Per questo il vento serve.
Perché è il respiro del mondo.
Il fiato più grande e più forte.
Perché anche quando mancano
o vanno in affanno
o vengono spenti
quelli più deboli,
c’è lui che sospira il canto del bene
e di una vita più giusta.

APPUNTI  DI  CLAUDIO  BAGLIONI

 

Annunci

Informazioni su lauraluna

Non so ancora bene cosa voglio da questa vita, so che la vorrei diversa.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Il VENTO SERVE

  1. Eroedelsilenzio ha detto:

    La foto. Quella foto. È tua? Da dove proviene? Che luogo è? Dove è stata scattata? Quando?
    Perdona la foga. Devo sapere. Devo andare in quel posto.

    • lauraluna ha detto:

      No, non è mia, posso cercare di rintacciare da dove l’ho estratta, in genere conservo le foto che mi colpiscono e questa mi piaceva in modo particolare perché non è facile riuscire a fotografare il vento.

      • Eroedelsilenzio ha detto:

        Hai presente quando provi quella sensazione di mezzo? Quando sai che un posto l’hai già visto e senti il bisogno di tornarci? Si, una specie di deja vu? Ecco, a me fa quell’effetto.

  2. lauraluna ha detto:

    No, non è mia, posso cercare di rintacciare da dove l’ho estratta, in genere conservo le foto che mi colpiscono e questa mi piaceva in modo particolare perché non è facile riuscire a fotografare il vento.

  3. ombreflessuose ha detto:

    Cero che serve, guai se il vento senza neppure avvisare se ne va in pensione
    Notevole immagine e parole

    Abbraccio grande
    Mistral

  4. Sarino ha detto:

    sono nato in un piccolo paese sferzata dieci mesi all’anno dalla tramontana, vivo per ragioni affettive e di lavoro con la bora praticamente sotto casa, quindi sono un uomo di vento e pertanto adoro questa tua pagina. Grazie carissima, un abbraccio

  5. lauraluna ha detto:

    Anch’io adoro questa pagina, ma per motivi diversi.
    Infatti queste parole scritte in modo pacato e garbato sono un inno alla solidarietà che anche oggi, girando tra le varie piattaforme, in iuna giornata tragica come questa, è solo apparente .
    Il vento a cui si riferisce Baglioni, non soffia ancora.
    Purtroppo.
    Grazie.

  6. lauraluna ha detto:

    Speriamo.
    Ma la vedo dura.
    Canzone stupenda, grazie, la riascolto sempre volentieri.
    Un caro saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...