Il nostro RITMO

apost

Il nostro ritmo

Cosa accade ad un’auto sempre su di giri? Si logora.

A un motore col carburante sbagliato? Si guasta.

Eppure spesso ci comportiamo ( almeno io ) come se la nostra “macchina biologica” potesse sempre girare al massimo.

Nel cervello ci sono due orologi biologici :

il primo sensibile ai ritmi naturali come l’alternanza giorno-notte,

 determina i cicli delle secrezioni ormonali, della rigenerazione cellulare e le attività degli organi vitali,

il secondo, situato nella corteccia, ci permette di controllare il nostro tempo in accordo

 con i sincronizzatori sociali come la sveglia, le riunioni di lavoro ecc.

 Sono proprio questi ultimi ad influenzarci,

più di quelli naturali  durata del giorno e variazioni di temperatura.

 Così sfuggiamo al nostro tempo biologico per accordarci  a quello della vita di relazione.

Poniamo il nostro corpo a stress che indebolisce il nostro sistema immunitario

e mette a rischio il sistema cardio vascolare.

L’dea di “ rallentare “ è importante e bisognerebbe  seguire ritmi cadenzati.

 Nell’arco della giornata o della settimana dobbiamo trovare momenti per noi stessi,

 per i nostri muscoli, per il nostro respiro, per il nostro cuore, per la nostra interiorità.

In poche parole : è importante ripensare le proprie priorità.  

Annunci

Informazioni su lauraluna

Non so ancora bene cosa voglio da questa vita, so che la vorrei diversa.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il nostro RITMO

  1. kalosf ha detto:

    Non solo è importante, io direi che è vitale… La dissipazione (in termini tradizionali) è uno dei peggiori nemici contro il quale siamo ogni giorno di più chiamati a combattere… E questo combattimento avviene solamente nel coraggio di fermarsi e rientrare in se stessi

    • lauraluna ha detto:

      Quasi sempre, pensare e agire il più velocemente possibile è un modo di lottare contro il senso di vuoto che segna la condizione umana. Rallentare ci fa ritrovare di fronte a noi stessi.
      Grazie Kalosf,
      Ciao.

  2. ombreflessuose ha detto:

    Hai ragione, carissima.
    Ci riproponiamo ogni giorno di farlo ma, ricadiamo sempre negli stessi errori

    Incantevole pomeriggio
    Bacioni
    Mistral

  3. newwhitebear ha detto:

    Cosa si fa quando il motore è surriscaldato? Si spegne. Così dobbiamo fare noi. Staccare la spina.

  4. lauraluna ha detto:

    Esattamente!
    Bisognerebbe smettere di correre per dare più spazio all’essenziale
    Credo che un ritmo lento possa aprirci a una dimensione esistenziale più sensibile e piena.
    Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...