Saper attendere

Non saper attendere

è il voler a tutti i costi anticipare, l’illusione – anzi – di potere tutto con un click, l’illusione persino di poter cambiare il corso del tempo.

L’attesa. At-tendere.

Tendere verso. In una tensione che è un valore positivo, a cui i click ci hanno disabituato. L’attesa va sopportata, qualche volta ci provoca persino una qualche frustrazione.

L’attesa va goduta. Devi essere educato a vivere nell’attesa

Vale per tutti gli eventi, tutti gli incontri.

Gioca di anticipo.

Crea aspettativa.

Ma per molti esiste l’incapacità di vivere nell’attesa.

A volte nell ’essere caparbi  ci vuole tanto coraggio e sangue freddo e sempre tanta pazienza, a volte invece la caparbietà  è energia pura, dipende ovviamente dalle situazioni.

 

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | 15 commenti

Com’è profondo il mare

Com’è profondo il mare

Non è un periodo facile. E se dici che le paure degli italiani vanno comprese, i comunisti col Rolex ti danno del salvinista. E se non fai la ola per i respingimenti «disumanitari», i salvinisti ti danno del comunista col Rolex. (In entrambi i casi, nessuno ti dà mai un Rolex). Se sbeffeggi il potente di turno, sei arrogante e paternalista. Se ti commuovi per un gesto di cuore, sei retorico e buonista. Se poi ti azzardi a far funzionare il cervello (per fortuna non è il mio caso), diventi prevedibile e noioso. Internet peggiora la situazione, perché l’assenza di contatto esaspera gli insulti che davanti a un bicchiere di vino si trasformerebbero in pacche sulle spalle. Ma anche per strada si avverte una dose atomica di aggressività e una mancanza sconfortante di curiosità per le opinioni degli altri. Ormai si può solo essere pro o contro qualsiasi cosa — dai migranti ai vaccini ai vegani — e chi non si schiera a prescindere è complice del nemico.

Ebbene, oggi mi schiero anch’io. Con questa foto, scattata a Gaeta dal signor Giorgio Moffa. Riprende di spalle un vedovo inconsolabile che ha portato il ritratto della moglie a respirare il mare. Amore, assenza, senso della vita: a occhio, ciò di cui si sta occupando l’uomo con la canottiera è molto più importante del dibattito pubblico in corso. Soprattutto molto più interessante.

Massimo  Gramellini

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

CANZONE per ANNA

CANZONE   per   ANNA

Canto una bambina

che ha lottato con ardente tenacia

quando era solo  tempo di giocare

con idee che nascono all’improvviso

e diventano grandi.

 

Canto una ragazza

che ha illuminato

con passo sicuro e sincero

il suo appuntamento d’amore

come un disegno che pennella l’anima.

 

Canto una donna

che ha intrecciato

insuperabili ghirlande di bontà

come sogni acchiappati  per la coda

in un mondo di gesti inutili.

 

Canto un’amica

che ha  ascoltato

i messaggi  del mio cuore

offrendomi  linfa odorosa

come le ricette dei suoi giorni migliori.

 

Ascolta la mia canzone

“ stella cadente “

e  lasciati cullare

tutto è silenzio

ora puoi riposare.

Lauraluna

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

Liceo classico sì, Liceo Classico no ?

Nicola Gardini su Repubblica di oggi, a proposito  del Liceo classico.

Ma non era il simbolo dello studio “disinteressato”, della scuola che forma la persona, non il lavoratore?

Pubblicato in Uncategorized | 9 commenti

Della Dignità

L’inverno sembrava non avere una fine, e il branco moriva di fame. Il capobranco, il più vecchio di tutti, procedeva in testa e rassicurava i giovani, dicendogli che presto sarebbe arrivata la primavera. Ma, a un certo punto, un giovane lupo decise di fermarsi. Disse che ne aveva abbastanza del freddo e della fame e che sarebbe andato a stare con gli uomini. Perché la cosa importante era di restare vivo. Così, il giovane, si fece catturare e col passare del tempo, dimenticò di essere mai stato un lupo. Un giorno, di molti anni dopo, mentre accompagnava il suo padrone a caccia, lui corse servile a raccogliere la preda. Ma, si rese conto che la preda era il vecchio capobranco. Divenne muto per la vergogna, ma il vecchio lupo parlò e gli disse così: “io muoio felice perché ho vissuto la mia vita da lupo, tu invece, non appartieni più al mondo dei lupi e non appartieni al mondo degli uomini”. La fame viene e scompare, ma la dignità, una volta persa, non torna mai più.


(Nicolai Lilin, Educazione Siberiana)

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

A VOLTE

Pensieri trovati scritti in un giorno di pioggia , già pensati un mucchio di volte ma, come vedo, espressi anche da altri.

Siamo in molti ad essere un po’ masochisti o quanto meno illusi.

 

” A volte dobbiamo scappare, per vedere chi ci correrà dietro.

A volte dobbiamo parlare più piano… solo per capire chi ci sta ascoltando veramente.

A volte dobbiamo accettare di fare a botte, soltanto per capire chi sta dalla nostra parte.

A volte dobbiamo prendere una decisione sbagliata, giusto per vedere chi sarà lì ad aiutarci a porre rimedio.

A volte bisogna lasciar andare le persone alle quali teniamo, solo per vedere se loro, a loro volta, ci tengono abbastanza per tornare da noi… “

(  Dino Di Girolamo )

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Con Le Mie Scarpe Rosse

Con le mie scarpe rosse
sto percorrendo
questo pezzo 
di strada.
Settanta lune
sopra il mio cielo,
le primavere 
han fiori bianchi
sui miei capelli,
e tanti soli
nelle mie valli.
Cammino leggera
sentendo il vento,
porta l’autunno
ma non lo sento.
Sono fatate 
le scarpe rosse
non ti far sentire 
tutte le buche
e le asperità 
di questa strada
e io la seguo
ovunque vada.

Lauraluna

Pubblicato in Uncategorized | 21 commenti